Bonus di Benvenuto nel Matched Betting

Ogni bookmaker come già spiegato ha le sue caratteristiche, i suoi metodi di deposito, i suoi termini e condizioni generali, ma soprattutto i termini e condizioni dei bonus di benvenuto sono una delle cose più importanti da comprendere per noi che facciamo matched betting. Questo articolo richiede già un minimo di conoscenza del sistema, quindi se sei un neofita puoi andare a vedere le basi del matched betting qui :). 

Ora andremo a vedere e spiegare nella maniera più semplice possibile tutte le tipologie di bonus di benvenuto esistenti, quali sono le più facili, le più difficili e capiamo anche quando un bonus non è profittevole. 

TIPOLOGIA SCOMMETTI E RICEVI 

Iniziamo dalla più semplice, la strategia scommetti e ricevi è la più facile che c’è. Essa consiste nello scommettere un determinato importo con o senza quota minima per ricevere il bonus di benvenuto che sarà a sua volta da giocare almeno una volta con o senza quota minima. 

Per sapere se c’è o meno una quota minima da rispettare basta leggere nei termini e condizioni del bonus dove è obbligatoriamente scritto. 

Facciamo un esempio: 

Il bookmaker Sisal eroga un bonus di 25€ se scommetti 100€ a quota minima 2. 

In questo caso stiamo sfruttando un bonus di benvenuto con la strategia scommetti e ricevi. 

Scommetto e banco 100 € a quota minima 2, una volta eseguito riceverò il bonus di 25€ che scommetterò e bancherò senza quota minima. 

Quindi sulla prima scommessa perderò qualche € in base al rating trovato, mentre sulla seconda guadagnerò circa 23-24€ anche qui in base al rating della partita utilizzata. 

Bonus completato, chiaramente poi dovrò prelevare la vincita sul book o sull’exchange utilizzati. 

Niente di più, niente di meno, nel 99% dei casi queste tipologie di bonus sono sempre profittevoli. 

TIPOLOGIA FREEBET 

Questo tipo di bonus di benvenuto è leggermente più complesso da comprendere, ma non ti preoccupare, ora andremo a vedere le caratteristiche così da comprenderlo al meglio. In Italia ora come ora non sono presenti bonus di questo tipo, ma non escludiamo che possano essere inseriti in futuro. In altri Paesi come la Germania invece sono presenti in quantità. 

Le freebet come dice la parola stessa sono scommesse gratuite, esse consistono nel poter scommettere l’importo bonus e, in caso di vincita, ricevere solo il guadagno netto della scommessa; ovvero solo il profitto ottenuto oltre all’importo giocato. Vediamo un esempio: 

Un bookmaker mi regala una Freebet da 100€.  

Ipotizziamo che giochiamo i 100 € su un evento a quota 2. 

La schedina vince. 

Se avessi scommesso utilizzando il saldo reale avrei 200 € sul saldo (100 di puntata+100 di profitto perché ho vinto a quota 2). 

Essendo che in realtà ho utilizzato una freebet invece avrò sul saldo solo i 100€ di profitto, perché i 100€ della puntata non esistono più. 

Ora per capire come ottenere il massimo profitto per questa scommessa dovrò riuscire a prendere la quota più alta possibile a parità di rating.  

Questo perché la proporzione tra l’importo giocato e la vincita probabile (profitto) sono fondamentali per la buona riuscita del bonus. 

Più il profitto sarà grande rispetto all’importo puntato meno questo inciderà sull’eventuale vincita della schedina. 

Per sfruttare questo bonus bisogna utilizzare un’impostazione specifica dell’oddsmatcher chiamata FREEBET. 

Ricordatevi di scegliere la scommessa con risk free e rating più alti possibili. 

TIPOLOGIA MULTIPLA 

Saliamo leggermente di difficoltà con la multipla. Essa non è altro che una schedina composta da 2 o più eventi che devono essere tutti vincenti per far si che vinca.  

Le scommesse in multipla sono quelle che spesso vediamo tra i giocatori dilettanti che cercando di fare il ‘’colpaccio’’ cercando di indovinare anche 10 esiti diversi per accaparrarsi una vincita consistente nonostante abbiano scommesso solo pochi euro. Chiaramente questa non è e non sarà mai una strategia vincente, a meno che non prevediate il futuro :D. Se siete tra questi non ho paura a dire che state buttando via soldi e non diventerete mai ricchi così. 

Ma torniamo a noi, nella maggior parte dei casi questi bonus ti obbligano a scommettere un minimo di almeno 3 eventi in multipla. 

Esiste per fotuna anche qui una strategia che possiamo eseguire grazie al multiplicatore presente sui famosi ninjabet.it o guadagnomatematico.it che ci permette, bancando una partita alla volta, di prelevare il bonus indipendente dall’esito degli eventi (come piace a noi investitori :D). 

La strategia in parole povere consiste nel iniziare bancando solo la prima partita con un determinato importo che il multiplicatore calcolerà per noi (Fortunatamente :D), successivamente in base all’esito di quest’ultima sapremo se andare avanti con le bancate partita per partita. Esempio: 

Gioco tre partite, banco solo la prima. 

La prima partita finisce ed è vincente sul bookmaker, di conseguenza dovrò proseguire bancando la seconda partita con un importo più alto che sarà sempre il calcolatore a dirmi. Se anche la seconda dovesse vincere andrò a bancare la terza, e così via fino ad un numero X di eventi. Oppure fino a che almeno una delle partite della schedine della multipla perde sul bookmaker. In quest’ultimo caso in bonus sarà terminato ed avrò i profitti sul mio exchange. 

Non starò qui a dilungarmi più ti tanto nella spiegazione matematica delle varie bancate, ma vi dirò giusto le cose principali da tener conto per eseguire i bonus in multipla nel migliore dei modi. 

1 Gli eventi NON devono giocare contemporaneamente, suggerisco di giocare un evento al giorno per tre giorni di fila. 

2 Non esagerare con la distanza di giorni tra una partita e un’altra perché le quote possono cambiare anche di molto tra il giorno in cui ho giocato la multipla e il giorno in cui bancherò quella stessa partita. 

3 Non scommettere sul TENNIS perché spesso le partite vengono annullate o rinviate e se dovesse succedere ci fottiamo la multipla. 

4 Ricordatevi di rispettare sempre le quote minime per evento e totali della schedina. 

5 Mettetevi una sveglia per ricordarvi di controllare l’esito delle varie partite e bancare se necessario. 

6 Consiglio di giocare sempre la prima partita a una quota leggermente più alta per cercare di perdere subito la schedina e quindi utilizzare meno responsabilità per il completamento del bonus. 

7 Cercate di scommettere su campionati principali in modo da avere sempre una liquidità sufficiente per le eventuali bancate successive. 

8 Ricordate sempre prima di eseguire le bancate eventuali successive all’esito della prima partita di controllate che le quote della bancata siano uguali a quando avete giocato la multipla, in caso contrario aggiornate la nuova quota e scommettete il nuovo importo corretto che il multiplicatore vi mostrerà. 

STRATEGIA ROLLOVER 

Altra strategia non complicatissima ma che ha comunque bisogno di un minimo d’impegno per essere compresa al meglio. Essa consiste nel dover giocare un numero X di volte l’importo del nostro bonus ottenuto prima di poterlo prelevare (a volte può capitare che aderendo al bonus vengano applicate le stesse condizioni anche al denaro reale che andiamo a depositare). 

Facciamo un esempio veloce per capire esattamente in pratica come funziona. 

In questo esempio faremo finta, per semplificare le cose, che sul conto gioco non sia presente saldo reale ma solo un saldo bonus di 100€ da giocare in rollover 6X. 

In questo caso prima di poter prelevare le eventuali vincite dovrò eseguire scommesse per un importo totale di almeno 600€ 

La cosa migliore in assoluto per completare velocemente questi bonus è quella di eseguire una prima scommessa a quota molto alta (superiore a 4 almeno) e sperare di perdere sul bookmaker ed avere così le vincite sul nostro exchange. 

E’ pacifico comunque che non sempreperderemo subito l’importo sul book, nonostante le quote siano elevate, e quindi dovremo continuare a scommettere (ricordandoci di rispettare sempre la quota minima) fino al raggiungimento del rollover. Questo però crea un grosso squilibrio tra le potenziali vincite in un caso o nell’altro. Ma capiamolo meglio con i numeri. Esempio: 

Bonus à 100€ 

Rollover à 6X (600€) 

In questo caso scommetterò subito i 100 € bonus a quota minima 4 sperando di perderli. 

I casi possono essere 2 ovvero: 

CASO 1 à La giocata perde sul bookmaker, bene hai completato l’offerta portandoti a casa circa 90 € netti! (consideriamo di trovare partite con rating intorno al 90%)  

CASO 2 à La giocata sul book vince e oltre a perdere già 10€ per questa scommessa ne perderai almeno altri 25-30€ per raggiungere il rollover dato che dovrai scommettere ancora 500 €. 

Capiamo quindi che stiamo lasciando il guadagno al caso, e a noi questa cosa non piace, nasce così la formula di bilanciamento che ha il compito grazie ad una ripuntata extra oppure grazie a una bancata più bassa di rendere il guadagno uguale indipendentemente dall’esito della prima partita. Essa andrà quindi a ridurre leggermente il guadagno nel caso 1, ma andrà ad aumentarlo vertiginosamente (più alta è la quota meglio è) il guadagno nel caso 2. 

Per utilizzare la formula più semplice ma leggermente meno profittevole basta impostare nell’oddsmatcher la tipologia rollover, in automatico il calcolatore ti dirà esattamente quanto andare a bancare in base a diversi dati che dovrete inserire manualmente come ad esempio l’importo da scommettere per arrivare a rollover e i rating che stimiamo di trovare per le successive eventuali scommesse. 

TIPOLOGIA PROBABILITA’ AUMENTATE O AUMENTO DI QUOTA 


Questa tipologia di bonus è abbastanza rara e tendenzialmente, almeno sui bookmaker italiani, offre bonus di importi molto bassi (quasi sempre intorno ai 10€). Nel caso invece di altri Stati come la Germania si possono trovare anche da 50€ o più. 

La strategia è molto semplice, il book ti dice che fino ad un determinato importo massimo andrà ad esempio a raddoppiare la quota in caso di vincita. Tendenzialmente l’aumento è sempre del 100% della quota quindi per capirci se faccio una scommessa da 10 € a quota 2 sfruttando l’aumento di quota è come se la stessi giocando a quota 4. 

In questo caso andremo a modificare la quota sul nostro oddsmatcher mettendo quella finale reale che in questo caso è di 4. A quel punto andando a bancare un preciso importo che il calcolatore ci dirà potremo già vedere il profitto che otterremo (che in questo caso sarà intorno ai 9€).  

Indipendentemente dall’esito della partita avremo terminato il bonus e potremo procedere al prelievo. 

TIPOLOGIA RIMBORSO 

Anche la strategia rimborso è piuttosto semplice da capire. Essa consiste nel ricevere il bonus solo se la partita sul bookmaker perde. Di solito i bonus rimborso sono del 100% fino ad un importo massimo ad esempio di 100€. 

Per questo caso dobbiamo utilizzare una strategia profittevole indipendentemente dall’esito della partita. 

Andremo quindi a bilanciare il guadagno andando a bancare un importo minore così da avere una perdita minore nel caso in cui il bookmaker vinca e quindi non riceveremo il bonus. In caso contrario se la partita sul bookmaker dovesse perdere avremo un guadagno più baso sull’exchange che verrà successivamente compensata con il ricevimento del bonus. 

Anche in questo caso sarà direttamente l’oddsmatcher, una volta impostato, a dirci esattamente quanto andare a puntare e quando guadagneremo indipendentemente dall’esito della scommessa. 

Di media si riesce a guadagnare poco più della metà del valore del bonus, quindi nel caso sopracitato possiamo aspettarci un profitto netto di circa 60 €. 

Queste sono tutte le varie tipologie di bonus che incontrerete nella vostra attività di matched betting. 

Ci si vede nel prossimo articolo, un abbraccio. 

Alberto 

Tags

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONTATTACI